IL CRACK DELLA B.E.R.

Al Banco Emiliano Romagnolo (BER) depositi congelati


Oggi ho ricevuto una mail sul fallimento del Banco Emiliano Romagnolo (BER) e il congelamento di conti correnti e dei titoli (che non sono di proprietà della banca) su disposizione della Banca d’Italia. Il blog ha verificato con una telefonata (la voce è stata modificata per evitare problemi a ci ha fornito le risposte) che è tutto vero. Provate a immaginare di trovarvi domani senza poter accedere al conto corrente, al bancomat, ai titoli in deposito, ai pagamenti automatici dal conto. Come vi sentireste?

Caos al piccolo istituto bolognese, in amministrazione straordinaria. I clienti non possono ritirare ne’ soldi dai propri conti, ne’ titoli, ne’ strumenti finanziari. La Banca d’Italia parla di “circostanze eccezionali” e “insufficienza delle disponibilità liquide a far fronte alle passività in scadenza”. Voglio segnalare che il Banco Emiliano Romagnolo è stato bloccato dalla Banca d’Italia e che tutti i conto correnti sono stati congelati per evitare che tutti ritirino i soldi. Stanno cercando di vendere la banca al gruppo Intesa, non si sa altro. E dicono che fino al 7 gennaio non si saprà nulla. Passeranno le vacanze di Natale serene, loro! E non per il freddo… Mi ritrovo come tante altre persone a non poter ricevere bonifici, stipendi, addebiti e neanche ritirare contanti allo sportello. Il tutto senza preavviso e tenendo tutto nascosto. Ancora sui giornali non si legge niente.Chiamate direttamente voi in banca per vedere che è tutto vero:0514135595 – 0514135539. Di seguito  l’intervista alla BER.

___________________________________________________________________________________________________

(per i sottotitoli, clicca il tasto CC sulla barra di y.tube )

___________________________________________________________________________________________________

Bufera su Ber Banca, la banca dei “Paperoni”, non solo commissariata un anno fa, ma alle prese addirittura con tre inchieste della Procura di Bologna. Una piccola banca nata sotto i migliori auspici sta passando una tempesta giudiziaria, dopo quella capitata a Delta Banca, rimasta invischiata nei rapporti poco chiari con San Marino. Una delle inchieste parte dalla denuncia dei vertici della banca nei confronti di una funzionaria, licenziata poco prima dell’ inizio dell’ ispezione della Banca d’ Italia, che ha dato poi il via al commissariamento. La funzionaria, accusata di aver commesso dei falsi, non ha accettato la “punizione” e ha presentato una controdenuncia contro i vertici della banca specializzata in «private banking», che ha un unico sportello tra via Farini e via Castiglione e 50 dipendenti e che accettava investimenti a cominciare da un miliardo di lire. La funzionaria ha esposto una serie di irregolarità, sulle quali indagano da mesi i pm Antonello Gustapane e Antonella Scandellari.

Tutto è cominciato comunque da molti esposti presentati dai clienti, per i quali è sotto attenzione il comportamento dell’ ex direttore Paolo Lelli, ex Carisbo. L’ inchiesta iniziale su Ber Banca – prima del commissariamento presieduta da Alberto Maffei Alberti, nella quale hanno investito anche gli eredi Pavarotti – era relativa alle forti perdite. Si parla in particolare di investimenti in derivati finiti malissimo e che hanno portato a concedere affidamenti all’ insaputa dei clienti per coprire i buchi. Alla fine, alcuni clienti non solo hanno perduto milioni di euro, ma si sono indebitati con la banca senza saperlo. Ma si parla anche di delibere di affidamentoe di firme non regolari. Sullo sfondo, c’ è la scadenza del commissariamento, iniziato il 21 luglio scorso per «irregolarità gestionali». Il destino del piccolo istituto è tutto da scrivere: il commissario potrebbe essere prorogato oppure la banca potrebbe essere venduta. (17 giugno 2010)  http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1052442

========================================================

==============================================================

Caaazzzzuu !! Ma nessun media nazionale ha dato questa notizia?!? Tu che leggi, lo sapevi?!?  Ma, vi siete accorti di quanto costa la benzina in questi giorni?? Sono leggermente spaesato, ma felicissimo di quanto è accaduto alla banca BER : e’ l’unico modo per svegliare  da quest’incubo (una volta x tutte) il popolino che siamo.

BELLA GENTE, BASTA PENSARE ....Per adesso e’ toccato ad una banca per ricchi, ma puo’ succedere in qualsiasi momento alla banca sotto casa Vostra ed il tutto mentre dormite, cosi’ una mattina qualsiasi  scoprirete con grande stupore che VI HANNO TIRATO LA + GRANDE SOLA DELLA VITA . Se una mattina doveste leggere il seguente  annuncio sulla porta della Vostra succursale: Si comunica che, in relazione all’eccezionale carenza di liquidità, i Commissari di BER Banca, ai sensi dell’art. 74 del TUB, hanno adottato, previa autorizzazione della Banca d’Italia e per il periodo di un mese, il provvedimento di sospensione del pagamento delle passività di qualsiasi genere e la restituzione degli strumenti finanziari ai Clienti. Gli addetti alla Filiale sono a disposizione per ogni chiarimento“, sarà troppo tardi. Non vorrei chiederVi con che cosa e/o come farete la spesa quando avrete… O ancora meno ricordarVi quando un Eugenio Benetazzo, Beppe Grillo & Co… vi consigliavano di tenere i conti bancari al minimo, se non addirittura (ed ancor meglio) chiuderli se possibile. DOMANDA: la prossima volta gli darete retta? Ma, ci sarà una prossima volta?? Vi siete mai chiesti in che mondo viviamo?? Secondo un nostro modesto parere, dovete agire d’anticipo e non quando la frittata è fatta. Quindi, alzate il culetto dalla poltrona  e rimpossessatevi di ciò che è VOSTRO: e chi non chiude o minimizza il proprio conto risparmio/ corrente bancario, si consideri…

VI RICORDO CHE L’ARGENTINA È DIETRO L’ANGOLO:O LI CHIUDIAMO NOI I CONTI O CE LI CHIUDERANNO LORO… FATE VOBIS

N.B.1- Il trittico d’Immagini ha uno specifico scopo: sostituire la parola nel testo.(x i meno esperti-appoggiare il cursore sull’immagine per leggere la parola)

=================================================================

P.S. Un tempo si rapinavano le banche, oggi invece sono le banche che rapinano i cittadini. Noi siamo daccordo nel non scatenare il panico, ma da Milano Finanza rintracciamo questo elenchino di banche alla rovina( grazie ai derivati), che dovrebbe farVi riflettere. I principali strozzini a rischio sono :

CR Rimini
Gruppo Delta
Sedici Banca
B.ca Mb

B.co Emiliano Romagnolo
BCC di San Vincenzo La Costa
BCC della Sibaritide
Banca Arner, già saltata, dopo che la casa madre svizzera..

Banca di Rimini
BCC Fiorentino (la famosa banca di Verdini)
Credito di Romagna
Banca di Credito e Risparmio di Romagna

http://bologna.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?idSezione=144&lookfor=ber

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201011080906001097&chkAgenzie=PMFNW

CONCLUSIONE:  DA DOMANI MATTINA  CARPE DIEM  SENZA PANICO, E FAI MORIRE IL TUO STROZZINO

=================================================================

 

MACOMECAZZOVELODEVODIRE ???

CHIUDETE ILCONTO IN BANCA..SVEGLIAMOCI !!!COSA CI HA MAI FATTO CREDERE CHE DELLA CARTA SIA COSI PREZIOSA?? 

KEEPONTRUCKINGENTE




Annunci

Lascia un Commento-

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...