L’AUTO AD ACQUA 2

CELLA DI CONVERSIONE IN CORRENTE

Può davvero funzionare? Un amico mi ha raccontato l’altro ieri la storia dell’auto giapponese che va ad acqua. L’immagine qui sopra mostra in modo schematico il funzionamento di questa ipotetica fuel cell ad acqua. E’ tratta dal sito delle Genepax, l’azienda che sostiene di aver brevettato questa nuova invenzione (clicca qui per vedere l’animazione completa).

Leggi sotto per capire come dovrebbe funzionare. Qui invece vi spiego perchè secondo me non può funzionare.

  • per separare un grammo di acqua in H2 e O2 occorrono 15.88 kJ (ovvero 285.83 kJ/mole). Questa energia deve comunque essere fornita all’acqua, qualunque metodo si usi per scinderla e qualunque sia il numero di reazioni chimiche che vengono utilizzate. (Viene chiamata legge della termochimica o di Hess, anche se è un semplice corollario del 1° principio della termodinamica)
  • da dove viene presa questa energia? Non certo da quella che fluisce nel circuito elettrico che sarà sempre minore o uguale a quella fornita inizialmente all’acqua. I catalizzatori possono influenzare la cinetica di una reazione, ma non fornire energia gratis!
  • Se questo MEA potesse scindere l’acqua, lo potrebbe fare solo mediante una reazione  che “paga” il prezzo dei 15.88 kJ/grammo. Occorrerebbe cioè un composto X che reagendo (e quindi consumandosi) scinde le molecole d’acqua. Se così fosse, in questo caso allora dovremmo parlare di “auto che va a X” e non di “auto che va ad acqua”.

Penso che la bufala scoppierà in breve come unabolla di sapone. Se così non fosse dovremmo riscrivere 150 anni di chimica-fisica… il che è piuttosto improbabile. Continuo a non capire lo scopo di questi annunci clamorosi: possibile che riescano ad attrarre i venture capital come mosche?

Leggi anche le altre bufale energetiche smascherate.

Questa spiegazione si trova solo sulla parte giapponese del sito (le corrispettive pagine in inglese sono stranamente under construction). Seguendo l’animazione e quanto viene detto in FuelCellToday è possibile capire che:

  1. l’acqua (a sinistra) viene scomposta in  idrogeno e ossigeno usando un sistema MEA (membrane electrode assembly)
  2. la membrana permette il passaggio degli ioni (protoni), ma non degli elettroni che  passano nel circuito esterno (utilizzatore)
  3. idrogeno e ossigeno si ricombinano per riottenere acqua

I valori di energia che ho citato sopra sono riferiti ad una temperatura standard di 25 °C. Se la temperatura cambia i valori variano, ma i principi della termodinamica restano sempre quelli.

RIFLESSIONE PERSONALE …ma se per il petrolio ci stiamo ammazzando a vicenda da + di 50 anni,  vi immaginate   cosa succederebbe se veramente si potesse fare il pieno con l’acqua marina o del rubinetto…. ??  Niente + vacanze al mare , le pinne non servirebbero +, addio alle immersioni , a i villaggi turistici, niente + calamari fritti…..

_________________________________________________________________

 

MACOMECAZZOVELODEVODIRE ???

CHIUDETE ILCONTO IN BANCA..SVEGLIAMOCI !!!COSA CI HA MAI FATTO CREDERE CHE DELLA CARTA SIA COSI PREZIOSA?? 

KEEPONTRUCKINGENTE

 

Annunci

Lascia un Commento-

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...