E NOI PAGHIAMO…

***   ***   ***   ***

bandiera

perplesso 

anziani2Il numero degli abitanti del Paesello Posadino, variano da un minimo di X a un massimo di Y. Essi si dividono in varie categorie. Quella degli anziani, la si può trovare nei 17 bar a giocare a briscola o seduti sulle panchine dell’unica piazza presente (soprannominata Montecitorio) a parlare di politica, del pero che si è seccato oppure male di ogni persona che vedono: che di solito è un parente. Costituiscono il 60% della popolazione, in quanto sono gli unici a non avere il desiderio di scappare. In fondo, diciamocelo, dove cazzo dovrebbero andare? Inoltre da recenti studi si è scoperto che tra gli anziani del Paesello, ricorrono spesso delle affermazioni o frasi che in genere servono solo a ribadire dei concetti alquanto scontati, del tipo; ” Ai miei tempi si viveva bene a Posada !! ” ; ” Tutta colpa del sindaco…” ;  ” Tutta colpa del consigliere comunale…” ; ” Tutta colpa degli extracomunitari! “; ” Governo ladro…! ” ; ” Si stava meglio quando si stava peggio! ” …. e via dicendo.

uomini al barLa categoria degli  uomini maturi, invece, ama sollazzarsi in bevute di alcoolici nei 17 bar a disposizione, ed in chiacchiere altamente filosofiche, mentre la categoria delle donne, oltre a cucinare tutti i giorni dalle prime ore del mattino, si incontra fuori dal portone di casa per malignare sulla nuova insegnante della scuola elementare, o a spettegolare sui vari personaggi e tematiche locali. Un esempio ?  … la bella signora di “via della topa” è rientrata stamattina alle sei: sicuramente è stata con il giovanotto della gelateria, il figlio della vecchia vedova. Ma quale, quella che abita vicino alla farmacia e che se la faceva col signore della macelleria??  Si si, quello alto, calvo…quello che tempo fa usciva con la moglie di coso…coso si, il nipote del dottoreMa daaiiiiiiiii  !!!  Non bi creto….. l’angelo della guardia !!!

senzatesta

Poi c’è anche la categoria dei Politici, che di solito (ogni 5 anni) si scanna da sola per poter mettere sul trono del Sindaco il proprio pupazzo favorito. Molto importante e fondamentale, invece è la categoria dei dipendenti Comunali ed enti pubblici; essa è indispensabile al buon funzionamento del Paesello. Di solito la maggior parte degli abitanti del Paesello “lavorano” negli enti pubblici, quale per esempio il Comune , all’ IPMF (istituto parco montano fluviale) anche se il Paesino si trova sulla costa, l’ufficio Turistico San Quintino, la Biblioteca Com. etc… Poi c’è anche la categoria dei “truzzi di paese”, che costituiscono il 10% della popolazione e passano le giornate sui loro scooter andando dalla piazza al bar e dal bar alla piazza. Disoccupatissimi, oltre all’ichnusa e fecole varie, amano alla follia la squadra di calcio del loro Paesino che si trova in “promotion” e sognano di poterci giocare, un giorno, finendo inevitabilmente (bene che gli vada) a lavorare in qualche ente pubblico della zona.

stthumb.aspSe poi si attraversano gli stretti vicoli del nostro Paesello, può capitare di imbattersi nella categoria delle vecchiette operose che, con la loro seggiolina impagliata, siedono per strada davanti casa rammendando calzini e ricamando all’uncinetto; al vostro passaggio alzeranno gli occhi scrutatori, faranno un cenno di diniego con la testa, commiserandovi per essere arrivati in quel luogo sperduto a due passi dal “paradiso”, per tornare subito dopo al loro ricamo fatto di fiori santi e madonne .

scemoPotevamo non avercelo ? Certo che  no!! Come ogni Paesello che si rispetti, c’è il “matto” del Paese, che non è una categoria. Questo personaggio affonda le sue radici nel medioevo, dove era definito come ” scemo del villaggio”. Il suo scopo è quello di girovagare a caso, a volte ciucco ma sempre fattissimo di prozak, e chiedere in continuazione spiccioli e sigarette. Spesso lo si incontra in piazza o al bar intento ad intavolare animate discussioni con la cabina telefonica, l’albero di turno o i pali della luce. Ed infine c’è la categoria del contribuente “sovrano” Posadino, che, fiduciosa di ritrovarsi in buone mani e  convinta che il “Sogno Posadino” sia realtà, non si accorge che mentre sogna sta realmente pagando 2 volte.  Qui, chiedere più gusto all’ amaro Averna, è superfluo.

***

Ma il punto di questo post è un altro:

4° risparmio articolato

4° risparmio articolato

saltarelloCi siamo accorti che dall’ ultimo aggiornamento, la situazione di questo Paesello sta degenerando sempre di più. Mentre la vita quotidiana (nonostante le casse comunali e le nostre tasche siano a secco) pare scorrere come un “sogno”, ai Posadini “sovranamente al verde”, oltre a sostenere i costi pattuiti dallo “Speciale” contratto visibile cliccando il seguente link  g.c.contratto di comodato per commissariato P.S. gli toccherà pagare ANCHE  per le 12  telecamere di sorveglianza installate…bla bla bla. 

***   ***   ***

fanculowayQuasi fosse una sorta di gioco sadico, mentre i Posadini aspettano con ansia , da chi li amministra, una sana gestione dei beni comuni, trasparente, partecipativa, favorevole e attiva, il Comune continua a spillarci altro denaro. Sarà perché siamo al verde, sarà perché consideriamo il lavoro un modo per continuare la vita quotidiana , ma di fatto c’è che, ce semo rotti er cazzo; volemo i tanto desiderati soldi nelle nostre tasche, e non in quelle degli altri. All’aperto, sotto la frescura delle piante, è molto semplice discutere della famosa signora di “via della topa” o degli ultimi risvolti politici e/o amministrativi….. E’ spiacevole ammetterlo, ma la cronaca  di Perugia  e tutto il resto che sta accadendo nel “belpaese” , è dietro l’angolo anche a Posada, ma…

Come direbbe il Dott. Sola: se non vi sta bene, andate a giocare a pallone da un’altra parte.

 Un sincero ringraziamento agli amministratori locali per avere fatto risparmiare ai Posadini le spese della luce :mrgreen: ma, l’immondizia della nuova sede della P.S. chi la paga ??

P.S.Questo post è realizzato in collaborazione con Siniscola, Coddacodda, Ace Ventura, Anal boys, Aiscaz, La Camera e Autostrade per la Sardegna; e con la partecipazione speciale delle Pompe Esso, che invitano i cittadini a lasciar perdere le strade statali e rivolgersi a un altro genere di pompe

_______________________________________________________________

MACOMECAZZOVELODEVODIRE ???

CHIUDETE ILCONTO IN BANCA..SVEGLIAMOCI !!! COSA CI HA MAI FATTO CREDERE CHEDELLA CARTA SIA COSI PREZIOSA?? 

KEEPONTRUCKINGENTE

Annunci

4 commenti su “E NOI PAGHIAMO…

  1. Con questa crisi, tuttavia, questa è un’opportunità che il Comune di Posada non poteva perdere… :mrgreen:
    Popolinooooooooo, se non avete idea di che cosa significhi, non vi preoccupate: in nome della “sicurezza”, oltre alla cinta basterà stringere anche il culo…… 😛

  2. Salve
    Leggendo l’articolo bisogna dire che alcuni dubbi vengono spontanei. Basta pensare al ministero dell’interno che per ogni sede ha già, o dovrebbe avere in bilancio le varie spese di gestione delle caserme. Non si capisce perchè voi di Posada, visto il comodato d’uso gratis dello stabile (che non è poco), dobbiate caricarvi anche delle varie utenze. Di questi tempi poi.. blog pazzarello ma interessante Saluti

    • Ciao Marcello, grazie della visita
      Il fatto è che qui a Posada regnano i Catto-Robertolani, che pur sapendo, prima spendono e fanno le cicale e poi piangono e si giustificano scaricando sulla Regione, Provincia o Anas che sia, per i ritardi dei fondi o quant’altro….
      La tua domanda è lecita, ma la sola risposta che posso fornire per farti capire il clima e la mentalità locale, è https://chimidice.wordpress.com/2012/08/31/undici-regole-doro/ ciauzz

Lascia un Commento-

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...