POSADA-GIÙ LE MANI DALLE MAESTRE. Meditate gente, meditate !

divisorio_occhiDa L’Unione Sarda del26/05/2013 prov.Nuoro-Posada

“Posada-Cobas sulle barricate: “una vera e propria rappresaglia”

SERIOUS MEDITATION

SERIOUS MEDITATION

Da L’Unione Sarda del 26/05/2013 prov.Nuoro-Posada “Boicottano i test Invalsi a scuola.due maestre punite dalla preside.”

Da La Nuova del 26/05/2013 prov. Nuoro-Posada “Due maestre contro i test Invalsi accusate di insubordinazione”

boh !?

Dottoressa Antonella Piredda (“dirigentessa”), ma cos’è che ci combina, suvvia !! O forse dovremmo dire, dottoresse Gonaria Carroni (vice “presidentessa”) e Maria Andreana Deledda (“pedagoghessa”), ma cosa avete combinato !! 12376

Mammamiiiiaa che casino che succede adesso…San crispino “aiutacitu” !!! Siete diventate pericolose, lo sapete no ??  🙄 Certo che, per essere state accusate di insubordinazione, l’avete fatta bella grossa !! 😯 Praticamente, se abbiamo ben capito dalle varie “Goofate” giornalistiche, questa pericolosa faccenda sicuramente avrà delle ripercussioni sulla sicurezza nazionale, giusto ?? E Vi siete, “nientepopòddimenochè” rifiutate di ubbidire e di sottometterVi all’autorità di un superiore ?? 😎

miticoAzz !! Questo atteggiamento in alcuni ambienti significa non solo possedere 2 palle COSÌ, ma anche saperle usare !!  💡 A chent’annos a tutte e due …eh eh eh . Comunque vorremmo far notare a chi legge che, scherzi a parte da oggi non è solo un programma tv, ma anche un modello sperimentale di fiction Isolana…. e a noi, di chimidice.wordpress , piacciono assai queste telenovelas  Posadinas…    peanut-butter-jelly-time      peanut-butter-jelly-time

lavoroQuindi, si è deciso (la nostra redazione) di limitarci ad una breve ma seria riflessione sull’accaduto.Il nostro pensiero è molto semplice, e si basa sulle leggi vigenti in materia. La somministrazione delle prove Invalsi è legge solo per la terza media. Punto e basta. Per tutte le altri classi, non esiste una legge che le imponga. Quindi sino a quando il bla bla bla, tutto chiaro non sarà, pregasi chi di dovere di fare l’amore con il sapore 😎 , e possibilmente non rompere le balle a chi ha in mano l’educazione dei nostri figli (e del loro futuro); “tutochiaro”, no ?? 😡 Il resto di questa telenovela è solo ricca di narcisismo, mania di superiorità e una perdita di tempo e denaro. Inzomma, “tuttofumoenientearrosto.”  Ricordiamo che Il collegio docenti è sovrano (sino a prova contraria), e le valutazioni fanno parte dei compiti di chi insegna, e non di chi amministra. “Ari-quindi”, chi amministra amministri e chi insegna insegni; basta con queste pagliacciate; fan solo ridere, per non dire che fan cagare 👿 oltre che risultare uno spreco di energie per “tutituti”….  33 bambini inclusi.  Dottoressa Piredda, ci auguriamo che il suo talento e professionalità, possano andare oltre l’attuale patacca da Lei partorita. Non c’è niente di male quando si sbaglia; anzi, si imparano tante cosette… Ci siamo chiesti (sempre noi della redaz.) seriamente come sia possibile che, il rifiuto di somministrare il test da parte delle insegnanti a un alunno (tra laltro, ci pare sia stato l’unico presente nella classe…), in possesso di una dichiarazione firmata dal genitore, possa aver scatenato la Sua reazione disciplinare. Notevole !!! 😯 Che dire ?? Perchè non prendersela con il genitore ??  Le rinnoviamo solamente di fare +amore, ma con un sapore diverso…  Avrà sicuramente le Sue motivazioni, ma crediamo che  mettersi contro un intero paese per un simile evento, oltre a non generare  niente di buono né di costruttivo, servirà solamente a creare un” buco nero” intorno alla sua immagine…  😕

Fine della riflessione.  912170

cristalloNella nostra sfera di cristallo (ebbene si, ne abbiamo una anche noi) abbiamo intravisto quanto segue: in un prossimo futuro non troppo in là, oltre all’iter giuridico si materializzeranno svariati comunicati popolari, alcuni giovanili, alcuni senili,  altri articoli sui giornali locali, su facebook di sicuro, sui bloggs locali e non solo e “forseforse” questa novela rimbalzerà anche in Comune ….chi lo sa !! Attenzione; possibili apparizioni in paese…  Gentili vagabondi della rete, grazie della visita ed In attesa di nuove, ricordiamo che per chi volesse (in totale anonimato) utilizzare il nostro blog per discuterne, è libero di commentare senza doversi registrare … 😛  Ciauzz a Todos

folletto

Meditazione   😉 Che il popolo rimanga in guardia contro i nascenti Stati assoluti (ma esistono stati che non siano tali, sciolti da ogni vincolo?) e contro ogni padrone, che sia uno solo o più d’uno. È un’estrema disgrazia esser soggetti a un padrone della cui bontà non si può mai esser sicuri poiché ha sempre il potere d’incattivirsi a proprio piacimento, e avere parecchi padroni significa essere parecchie volte vittime di una tale disgrazia».

loader

Qui potete leggere tutti i fatti del baraccone degli Invalsi… 😉 

Comunicati stampa  COBAS Sardegna – rappresaglia dirigenziale a Posada – NU contro maestre contrarie all’Invalsi

COBAS com. stampa naz. – meschine vendette repressive degli invalsiani – 22-05-2013

 Ndr– I dati personali, sono presi da un articolo de L’unione Sarda del 26/05/2013.

http://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna?query=posada&view=web_locali&testata=la+Nuova+Sardegna&sortby=ddocdatetime&year=2013

http://www.unionesarda.it/

INVALSI: banalità e coraggio « News, Video, Blog.

_____________________________________________________________

 

MACOMECAZZOVELODEVODIRE ???

CHIUDETE ILCONTO IN BANCA..SVEGLIAMOCI !!!COSA CI HA MAI FATTO CREDERE CHE DELLA CARTA SIA COSI PREZIOSA?? 

KEEPONTRUCKINGENTE

Annunci

44 commenti su “POSADA-GIÙ LE MANI DALLE MAESTRE. Meditate gente, meditate !

  1. Ma davvero crediamo che chi detiene il potere possa ACCETTARE il RISCHIO di rendere FELICI e di conseguenza CONSAPEVOLI 6 miliardi e + di persone ?!? 🙄

  2. Premesso che io vedo i test c.d. “invalsi” come un ottimo strumento usato male, questo episodio è solo l’ennesima prova a favore della mia teoria per cui al giorno d’oggi la Scuola non sta lì per i discepoli (o discenti che dir si voglia) bensì esclusivamente per i docenti (e chiunque altro abbia la “fortuna” di aver rimediato il “posto fisso” nell’ organico della medesima).

    Così come gli ospedali non stanno lì per i malati, ma per i medici;

    come i tribunali non stanno lì per i cittadini bisognosi di Giustizia ma per dar da mangiare ad ermellini e sottoposti varii;

    e così via andando.

    Io me sò rotto er cazzo.

  3. Grazie Lez….visto che il mio scazzo è ancora notevole x stà cazzarola di storia(ne sarei toccata in maniera personale..no nn sn Maestra e manco Presidenta,sono mammachesièrottaicoglionimagiustounattiminoeh????….Riblogghissimo da me subitissimo visto che concordo in pieno…
    e concordo in pieno cn l’ultima frase del sig.Albert1…..

  4. Sono una maestra anche io, e insegno a Cagliari. Francamente devo dire che questa vicenda ha del grottesco, anzi, è squallida. Visto che in questo blog (scoperto per caso e tra l’altro interessante se pur a modo suo) si parla di “palle” delle maestre senza troppi peli sulla lingua, io includerei nella stessa categoria di persone ancheil Sig. N. Giuia … Non me ne voglia, ma da come si relaziona da comunicato stampa… tanto di cappello
    “E poi, suvvia, l’INSUBORDINAZIONE (che per conoscenza della dott.ssa Piredda è un reato
    militare previsto dal Codice Penale Militare di pace), della quale non si sente più alcuna notizia neanche
    nelle CASERME.
    E dobbiamo sentire evocare questi termini in una SCUOLA?”
    Concordo con chi definisce elegantemente l’acidità del comportamento della dirigente, per non definirla un’astineza da volatile; che possa trovare pace anche lei. Auguri e tutta la mia solidarietà alle due colleghe

  5. Lezzy caro, nessuno ha piu’ potere dei genitori in queste occasioni, e, per quanto lodevole, l’atto di queste insegnanti rischia solo di farne dei capi aspiatori.
    Quindi che si tengano a casa i bimbi ed in culo a ‘sti test invalsi, amen.

    • Ciao Alsy
      Si, è un po’ come ‘fra i due litiganti il terzo gode…’ ; con la variante, all’incontrario. Alla fine, come ho detto, “Perchè non prendersela con il genitore ??” Se la Dottoressa puppasse il pisellone del nostro blogg, scoprirebbe in che merda totale questo paese riversa; questo procedimento disciplinare è fuori dimensione, inappropriato e del cazzo ….. In un contesto sociale attuale, con i suicidi quotidiani, pensionati che frugano nei rifiuti del mercato e uno sbarellamento totale della massa , Lei pensa a istituire la disciplina ??? Ah ah ah ah ah ah aha aaahhha ahahahahahahahahaa La natura ci insegna che è meglio flettere nella vita; le cose o persone rigide, sotto la bufera di solito si spezzano…. :mrgreen:

  6. Penso che quando la realtà supera la fantasia, si rimane a bocca aperta.
    Spesso il buonsenso delle persone è la medicina necessaria rispetto alle follie del potere.Io di questi temi mi occupo e mi capita di dover ascoltare piccinerie dei dirigenti rispetto al personale della scuola, in cui l’ignoranza e la protervia si fondono.
    Ignoranza delle norme da applicare e protervia per il posto che occupano.
    In questo caso ci sono tutte e due le condizioni, in più accentuate dalle disposizioni che ritenere sensate è fuor di logica, manca il buonsenso.
    Occorre colpire le reprobe, perché hanno messo in discussione il potere del DS, lo hanno reso ridicolo, malgrado le minacce hanno osato disubbidire e di questo occorre prendere atto.
    Tanto di cappello alle due docenti, perché hanno applicato il diritto di disubbidire a ordini insensati, a pure gestione del potere.
    Ce ne fossero docenti di questo tipo di cui essere fiere e dalle quali prendere esempio.Tanto di cappello alle dottoresse Gonaria Carroni (vice “presidentessa”) e Maria Andreana Deledda (“pedagoghessa”).

  7. OK,ogni promessa è debito,palle di marhettino salvate,ora, parlo da madre,queste prove sono una minchiata,sono con le maestre e con Lez!!!!

  8. Domani, su La Nuova, troveremo pubblicato un nuovo comunicato stampa popolare di qualcuno… Crediamo ne seguiranno altri; Vi terremo informati degli sviluppi aggiornando regolarmente questo post nei prossimi giorni . Ci auguriamo, che con questa vicenda, non si debba arrivare alla corte marziale; come qualcuno ha saggiamente scritto in un commento, “è solo una questione di buon senso”, e buon sesso 💡

  9. Esprimo la mia solidarietà alle maestre che in questo clima di ignavia hanno difeso la propria dignità non rinunciando a difendere la libertà di insegnameto . I diritti sembrano scontati ma non lo sono affatto da anni stiamo assistendo alla loro continua erosione , Quanto hanno fatto le maeste ree di subordinazinone ( reato previsto dal codice militare) è una barriera eretta a difesa della LIBERTA’ !
    Grazie ! Pasquale Esposito

  10. Buona sera, diciamo che “sono” Anna e sono mamma, e sono di Posada. Uno dei miei figli è a scuola con una delle due maestre; io Anna,mamma, le ho avute tutte e due alle elementari… Senza offesa ma, su questa vicenda mi vien da ridere…
    Molto probabilmente sarà colpa del bigottismo, la vanità e l’egoismo e l’acidità in cui pare sia caduta la “novella” Preside Piredda (sino a qualche anno fa, se non vado errata era una maestra come le altre….) dopo essere diventata “donna in carriera”. A quanto pare se n’è dimenticata veloce… Questa vicenda è patetica, priva di ogni giustezza e dimostra la scarsità di spirito e di professionalità della Preside.Non capisco a cosa possa essere utile questo accanimento contro le due maestre conosciutissime da almeno 3 generazioni, e dopo trent’anni di esemplare servizio per la comunità locale. Concludo dicendo che ho sentito dire che le mamme locali si stanno organizzando, e non si lasceranno certamente intimidire da questo tipo di atteggiamento Tutta la mia solidarietà alle due maestre delinquenti Anna

  11. Alidina Marchettini, Cobas Scuola Firenze
    SOLIDARIETA’ alle maestre Andreana Deledda e Gonaria Carroni e invito a vedere il film fatto da exalunni di 1° B dell’anno scolastico 1964/65 che fa capire quanto possa incidere la scuola nella formazione dei futuri cittadini e quale responsabilità assumono su di sé gli/le insegnanti: ieri come oggi alcune/i con intelligenza e sensibilità si spendono per sollecitare i propri alunni a sperimentare la democrazia, a condividere il piacere della conoscenza in un clima di vita serena, a far germogliare l’amicizia.IL FILM E’ VISIBILE SU: http://www.magrini.net/inprimab.html

  12. Giorno a “tuti tuti”
    Vengo subito al punto; aggiorniamo questo post con un’altro articolo stampa pubblicato ieri su La Nuova . Dopodomani sarà il turno di qualche altro articolo…Seguiteci
    http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/05/29/news/solidarieta-per-le-insegnanti-accusate-di-insubordinazione-1.7160262
    P.S. Grazie Alidina, per la visita e per aver postato il link del film; il magico (la forza) della rete è proprio questo…condividere in tempo reale.
    Questa storia invalsa non finisce qui….Chimidice rimane sempre aperto e disponibile a tutti coloro che desiderano pubblicare links, commenti o qualsiasi materiale si ritenga utile alla causa.

  13. Buon giorno, sono di nuovo anna, quella mamma..
    Volevo dire alle altre mamme ,quelle che in reatà sono risultate poco mamme, di vergognarsi. Finalmente, fra noi mamme, abbiamo scoperto la falsità di alcune mamme, che a parole dimostravano di essere tutte per il si, ma al momento del dunque si sono dimostrate no no, false, ambigue e spione. Questo sfogo non è casuale ma bensì riferito al comunicato stampa (di solidarietà alle maestre) che le mamme di Posada pare vogliano far pubblicare sulla stampa. Dopo tutti questi anni di amicizie e frequentazioni varie, non pare vero dover scoprire il vero volto di alcune persone mamme; che delusione che siete… Ecco, volevo solo mettere in guardia chi crede ancora in certi rapporti, di fare attenzione con chi ci si confida; il paese è molto piccolo e le feste di compleanno a quanto pare hanno anche alri scopi… Voglio ringraziare questo blog che ci ci permette di sfogare un po’ di rabbia, in maniera civile .

    • Sera. Siamo noi che ringraziamo tutti Voi , e non solo per le visite che ci fate; di solito i forum di discussione servono proprio a discutere… AnonimaAnna, non sei la prima e neanche l’ultima ad essere delusa; poi, specialmente di questi tempi …. Il tuo messaggio è chiaro: ” frequentare i compleanni dei bambini può rivelarsi pericoloso”. 😆 Scherzi a parte, capiamo l’amarezza che si prova , e la condividiamo 😦 Per quanto riguarda il comunicato che vorreste fare, il discorso è molto semplice; 1° sfanculateVi delle mamme “spione” – 2° visto che il resto del gruppo vuole farlo, che lo facciano a nome di quelle sincere. Anzi, se fate un comunicato per ringraziare anche la “Dirigentessa” vedrai che tutto il Paesello sarà + contento… Che dici ?? 😉

  14. Hey Lez…….volevo lasciarti due cosine…
    1)sono Davvero contenta per tutta la solidarietà dimostrata alle “nostre “maestre con gli attributi” ….la mia ce l’hanno vitanaturaldurante..egiàlosaigiallo.. 🙂
    2)a prescindere in quale parte si trovino, La nostra Solidarietà vada a tutti quegli insegnanti a cui ancora stà ancora a cuore l’istruzione dei nostri figli..e non solo quella..perchè io ho testimonianze personali da poter raccontare sulle due suddette maestre…che nn solo si prendono a cuore l’istruzione dei loro alunni,ma si preoccupano della loro salute e del loro benessere( se mancano due gg da scuola..appena ti vedono si informano….e ti cazziano se nn le tieni informate..io lo sò credimi 🙂
    3)ad Anna….capisco la tua rabbia e la tua delusione,ma credimi se ti dico che io l’ho capito tanti anni fà il meccanismo e certe persone nn valgono lo spreco delle tue emozioni……tieni sempre i contatti cn le /gli insegnanti,xchè Loro stanno coi ragazzi e sanno il come e il xchè ,non certo le altre mamme(o meglio alcune altre mamme)….ergo Fanculizza.e le festicciole evitale se ti è possibile 🙂
    …grazie per lo spazio…e a risentirci presto 🙂

    • Ciao Liz, grazie . E un grazie va anche a tutte quelle persone che hanno aderito in vari modi….localmente e a livello nazionale 😛
      Solidarietà, anche dalle insegnanti della scuola primaria e dell’infanzia di La Caletta… su La Nuova di ieri http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/06/04/news/anche-le-insegnanti-della-caletta-contro-la-prova-invalsi-1.7198534
      A quanto pare la nostra “sfera di cristallo” funziona… 😎
      E’ veramente un peccato, che da un po’ di tempo a questa parte, la nostra scuola venga gestita da managers da food&beverage, il che la dice lunga su come vengono considerate le vite umane; un semplice prodotto da vendere. Una gran bella cagata (quelle leggi…) che costringono l’educazione scolastica italiana a sopravvivere con fondi da elemosina e a respirare quotidianamente la puzza lasciata dall’ex. ministro Profumo… Sicuramente questa telenovela posadina non finisce qui; poco ma sicuro :mrgreen: Fossi in Voi, manderei i figlioli al ‘cirque du solei’ 😆
      P.S. Non sappiamo se è pura coincidenza o esigenze d’impaginazione de lanuova, ma fatto sta che quest’altro articolo, http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/06/04/news/cavagnino-e-taberlet-prime-al-concorso-letterario-1.7198541 apparso affianco a quello degli invalsi, parla della “cerimonia di premiazione nella scuola di Posada per il concorso riservato agli studenti…” e dell’intervento in chiusura della stessa “dirigente Antonella Piredda con i ringraziamenti di rito ed una esortazione affinché le prossime edizioni…. ” Ah ah ah ah ah ah ah ah ah :mrgreen:

      • un modo come un altro per cercare di recuperare lo sputtanamento…..che ce vò la scienza x capirlo….peccato che i ragazzi ci credono…….
        cn amarezza( Liz.)

      • fufù
        “un modo come un altro per cercare di recuperare lo sputtanamento…..”Forse
        ….oppure il contrario 😕 ….oppure è il caso 🙄 ….oppure niente di tutto ciò 😎 ….oppure sei una scienziata 😛
        P.S. i ragazzi ?? Sono solo un “valore” da sfruttare sino alla morte; a volte anche oltre

  15. Un abbraccio di grande solidarietà da parte mia.
    L’INVALSI avvelena il clima relazionale nelle scuole ed è causa di pratiche impositive, ricattatorie, punitive proprie di un regime autoritario. Non si può stare a scuola, non si può insegnare e apprendere serenamente tra contestazioni di addebito, sanzioni disciplinari, denunce, avvocati e cause civili con tutto ciò che questa roba comporta. Insegnare e apprendere deve essere espressione di libertà e deve essere finalizzato a costruire la cultura della libertà, della condivisione libera, non imposta. Non si può insegnare sotto controllo e sotto dettatura, sotto minaccia e sotto sanzioni. Vergogna!!!

    • Ricambiamo la nostra solidarietà a Flavio di Roma e Giuliano di Parma; V.P. , se li conosci personalmente e lo ritieni opportuno, questa piattaforma è a loro disposizione… condividiamoci tutti/o …. 😉

  16. …alla faccia dell’indice, VP !! 😛 Ho dato uno sguardo, ed incuriosito sono finito nella sezione pdf dei testi…. Interessante. Comunque piacere di conoscerti 😆
    Posta come fosse casa tua …. 😉

  17. Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perche’ il blog merita davvero e voglio scriverlo a chiare lettere.

  18. Pingback: LA SANZIONE | Chimidice -Video e documenti dal mondo...

  19. Pingback: 2010: Fuga da Polis

  20. Pingback: Vivalascuola. “Se non ti piace obbedire, cambia lavoro” | Poeme Sur Le Web Blog

  21. Pingback: Vivalascuola. “Se non ti piace obbedire, cambia lavoro” | Chimidice -Video e documenti dal mondo...

Lascia un Commento-

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...